Pneumatici invernali: ecco cosa serve sapere.

pneumatici invernali

Dal 15 novembre al 14 aprile è obbligatorio installare gli pneumatici invernali o avere le catene a bordo.

Quale soluzione è più conveniente e sicura? Vediamolo insieme.

Installare gli pneumatici invernali entro i termini prestabiliti serve, ovviamente, a non incorrere nelle sanzioni previste ma è anche una procedura importante per la sicurezza del veicolo.

In caso di condizioni stradali particolarmente avverse, a causa degli eventi atmosferici, le gomme termiche sono un aiuto importante.

Ma quali pneumatici bisogna scegliere? P molto semplice: gli pneumatici corretti possono essere verificati leggendo la dicitura sul lato della gomma. Gli pneumatici invernali riportano l’indicazione M+S (Mud + Snow).

Verifica sempre che le gomme selezionate siano adatte alla tua vettura, facendoti consigliare dal tuo gommista o dal tuo concessionario di fiducia.

Se non vuoi sostituire gli pneumatici durante l’inverno esiste una soluzione intermedia. Sul mercato sono disponibili pneumatici 4 stagioni. Valuta bene il costo e i chilometri percorri durante l’anno per scegliere la soluzione che più si addice alla tua vettura e all’uso che ne fai.

Lo stesso discorso vale per le catene da neve che ti permettono di evitare le sanzioni ma non ti agevolano in fatto di sicurezza, quando il tempo è avverso.

Gli pneumatici invernali sono sicuramente la soluzione migliore perché garantirai alla tua vettura una migliore tenuta di strada in caso di pioggia, neve o manto ghiacciato.

Si tratta di gomme che hanno una mescola particolare e sono dotate di scanalature profonde, con tagli fitti, che aiutano a migliorare la sicurezza del veicolo.

Ricorda che, anche se hai una 4×4, devi dotare la tua auto dei dispositivi obbligatori. Hai sicuramente un veicolo che ha una buona tenuta su un fondo sconnesso e scivoloso ma non c’è differenza in caso di frenata improvvisa.

Ricorda che l’obbligo di installazione degli pneumatici invernali (o catene a bordo) va dal 15 novembre al 15 aprile.

La legge è valida su tutto il territorio nazionale ma entra in vigore secondo le direttive provinciali, a seconda della morfologia del territorio. In caso di mancato rispetto della normativa, le sanzioni vanno da un minimo di 41 euro a un massimo di 318 euro. Tienine conto e…buon viaggio!

Se hai bisogno di maggiori informazioni, contattaci.